Il Panforte: la storia del più tipico dolce natalizio toscano

Data - 10 dicembre 2014 / Autore - Andrea Loro / Categoria - Senza categoria

panforte, pasticceria dolci pensieri firenze

Ma quello che in un pranzo di Natale a Siena non può essere in nessuna maniera sostituito è il Panforte.

Ce lo racconta Giovanni Righi Parenti, il famoso esperto dei piatti della nostra terra, nel suo libro La Cucina Toscana. E noi aggiungiamo che ormai anche a Firenze e – ammettiamolo – nel resto d’Italia questo dolce fa spesso bella figura nelle tavole natalizie.

Chi ci conosce sa quanto siamo attenti alle tradizioni locali e agli ingredienti a km 0.

Per questo il panforte non poteva proprio mancare nella nostra pasticceria fra le nostre produzioni speciali per il Natale, venduto in comode confezioni regalo ma fatto a mano e come vuole la tradizione. Il tutto, ovviamente, con i tipici ingredienti locali.

Ma qual è l’origine di questo dolce dal sapore così speziato e da cosa deriva il suo nome particolare?

Le origini del Panforte: il Panem Fortis

Eh già, il panforte può vantare addirittura un antenato al quale deve il suo nome: si tratta del Panem Fortis, termine con cui anticamente si indicavano una vasta categoria di dolci composti da un impasto di farina e acqua a cui venivano aggiunti ingredienti quali la frutta cotta o la frutta secca e venivano dolcificati solo con il miele – in quanto all’epoca lo zucchero non era facilmente disponibile.

Il termine non deve trarre in inganno: fortis, in latino, significa infatti acido. Questo succedeve perchè se il prodotto non era sufficientemente secco acquisiva un forte sapore acido.

Siena, panforte, pasticceria dolci pensieri firenze

La nascita del panforte: il periodo d’oro di Siena

L’evoluzione da panem fortis a panforte avviene, come tutti sanno, a Siena nel suo periodo di maggior ricchezza e splendore: il XIII secolo.

Fu in questo periodo di grandi commerci che le spezie fecero ingresso nella città toscana e, proprio come nella altre arti, la sperimentazione e l’innovazione riguardarono anche la cucina.

Le spezie, miscelate a una versione del panem fortis opportunamente rivisitata, diedero luogo al panforte che tutt’ora conosciamo.

Questo dolce all’epoca era molto caro per via degli ingredienti pregiati di cui è composta, ed ecco perché veniva consumato solo in occasioni molto speciali – prima fra tutte il Natale.

Oggi siamo più fortunati ed è diventato un prodotto accessibile a chiunque, tuttavia culturalmente resta associato al Natale.

Ecco perché, nella nostra pasticceria, abbiamo deciso di proporvi il panforte originale durante le feste, sperando di portare sulle vostre tavole un tocco di vera tradizione toscana.

Buon Natale da tutto lo staff di Dolci Pensieri!

Credits: Hotel I Platani